Addio a Bertocchi, il capo fanfara dei Bersaglieri di Bedizzole

È morto troppo giovane, come un eroe. E per tantissimi Alex Bertocchi, il capofanfara della Fanfara dei Bersaglieri «Aminto Caretto» di Bedizzole, era proprio questo: un eroe. Un malore sopraggiunto nella notte tra sabato e domenica l’ha portato via alla sua famiglia, alla moglie Cinzia e alla figlioletta di appena 7 anni, Lara: Alex aveva 45 anni.

Strappato ai suoi bersaglieri che aveva portato negli ultimi anni in giro per il mondo: la Fanfara Caretto sotto la guida decisa e carismatica di Bertocchi è arrivata a essere una delle più apprezzate formazioni a livello nazionale e internazionale. Indimenticabili le esibizioni a Parigi, Barcellona, Berlino, Québec, in Canada, e a New York. A Stoccolma, nel 2006, per la prima volta nella sua lunga storia il Military Festival ha aperto le porte a un gruppo non professionistico, per accogliere Alex Bertocchi e suoi bersaglieri.

Qui sopra, un video relativo ad una delle esibizioni internazionali della fanfara guidata proprio da Bertocchi in una trasferta in Canada.

In attesa del funerale, la camera ardente sarà allestita da questo pomeriggio alla Casa del Commiato Scaroni.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/addio-a-bertocchi-il-capo-fanfara-dei-bersaglieri-di-bedizzole-1.3325077

Lascia un commento