Acqua: perché ASL corregge la relazione su Eurosurveillance?

Ringrazio Laura per la segnalazione che da ieri dal famoso documento di ASL su Eurosurverillance relativo all’inquinamento dell’ di con la relativa epidemia è stata eliminata una parte, su richiesta proprio di .

Lo so che stavo facendo peccato a pensar male, però mi spiace ma l’avevo sospettato potesse accadere ed avevo di conseguenza salvato anche la vecchia versione.
Per chi fosse interessato ecco quindi le due versioni del documento:

Ecco la frase che è stata tolta:

We decided not to do an analytical study as we considered that it was not cost-effective, especially at a time when limited resources are allocated in priority to the surveillance of the influenza pandemic.

Che tradotto in italiano recita così (mia traduzione letterale):

Abbiamo deciso di non effettuare uno studio analitico perché non l’abbiamo considerato economicamente conveniente, specialmente in un periodo in cui risorse limitate sono allocate prioritariamente al monitoraggio dell’influenza pandemica.

Io purtroppo avevo già rilevato nel mio intervento di un paio di giorni fa ”Acqua: per ASL siamo figli di un Dio minore?” quella che a me pareva una affermazione molto seria e preoccupante, oltre che una scelta grave, evidentemente anche ASL si è accorta della cosa ed ha pensato di rettificare eliminando l’affermazione.

Perché invece di toglierla ASL non ha pensato piuttosto di spiegarla meglio ai cittadini portando dei dati?

Dico io, ma è possibile che dobbiamo pensare di cautelarci anche dalle istituzioni verso cui dovremmo avere una fiducia cieca?
Questo è un dato politico che i dirigenti di ASL dovrebbero tenere in serissima considerazione a mio avviso.
:-|

Lascia un commento