Acqua: per ASL siamo figli di un Dio minore?

Mi facevano notare e quindi mi sono riletto le ultime righe molto ma molto preoccupanti dell’impressionante documento di ASL su Eurosurveillance sull’epidemia che ha coinvolto San Felice:

The municipal water is taken from the lake at a place where the water is stagnant. So far, water samples from the lake tested negative for the presence of norovirus, rotavirus, enterovirus or astrovirus. However, we cannot exclude contamination of the lake due to over-capacity of the sewage system and/or illegal wastage. We decided not to do an analytical study as we considered that it was not cost-effective, especially at a time when limited resources are allocated in priority to the surveillance of the influenza pandemic. In Italy, municipal water systems have been identified as the source of water-borne infections in several norovirus outbreaks (1, 2).  It reminds us of the public health importance of well-maintained and monitored water supplies in our towns and cities (3).

Che tradotto in italiano recita così (mia traduzione letterale):

L’ comunale viene prelevata dal lago in un luogo in cui l’ è stagnante. Fino ad ora i campioni del lago testati hanno dato esito negativo per la presenza di norovirus, rotavirus, enterovirus o astrovirus. Comunque non possiamo escludere la contaminazione del lago a causa del superamento della capacità del sistema fognario e/o per scarichi illegali. Abbiamo deciso di non effettuare uno studio analitico perché non l’abbiamo considerato economicamente conveniente, specialmente in un periodo in cui risorse limitate sono allocate prioritariamente al monitoraggio dell’influenza pandemica. In Italia, gli acquedotti sono stati identificati come la sorgente di molto infezioni da norovirus provenienti dall’acqua. Ciò ci fa capire l’importanza per la pubblica di acquedotti e sistemi di fornitura dell’acqua ben manutenuti e monitorati nelle noste città e paesi.

Se non si è capito bene non ci considera cost-effective, ASL non considera oltre 2000 persone contagiate e le oltre 1000 finite in ospedale tali da giustificare una analisi approfondita.
Cavolo!

Quindi dico io, su che basi ci rassicura ASL se non ha fatto una analisi approfondita?
Speriamo a questo punto l’abbiano fatta almeno i NAS dei Carabinieri.

Ad ASL, al Direttore Generale Dott. Carmelo Scarcella, al Direttore Sanitario Dott. Francesco Vassallo, a tutti i dirigenti voglio dire:
non pensate a me che sono brutto, cattivo e anche un po’ sovrappeso, pensate che a San Felice ci sono tanti fagottini come quello nella foto qui sopra:

non ritenete che sia un dovere sacro fare di tutto per evitargli qualunque rischio alla sua salute?
Per me sì!

Quindi se avete bisogno di fondi cercateli per favore, sono sicuro che ci sono, e fatelo fino in fondo questo benedetto studio analitico!

Lascia un commento